Il primo utensile non si scorda mai

Diede inizio all’ età della pietra ed è l’utensile creato dall’uomo più antico fin ora rinvenuto, si chiama “CHOPPER” e fu scoperto nel 1931 dal paleontologo britannico Louis Leakey in Tanzania.
Utilizzato dall’ homo Habilis c.ca 2.500.000 anni fa, veniva usato per tagliare, scavare o difendersi.
In quarzo o basalto prima, in selce poi, lo chopper veniva scheggiato perpendicolarmente o obliquamente con l’ausilio di un altro sasso più duro, di forma tondeggiante (spesso era pietra di fiume) che fungeva da martello da cui si ricavavano delle scaglie anch’esse usate per tagliare e affilare. I primi erano scheggiati solo da un lato (CHOPPER UNILATERALI), successivamente venivano scheggiati da ambo i lati (AMIGDALA) assumendo una forma a mandorla, oppure venivano scheggiati dal lato piu’ corto ( CHOPPER DISTALE ) che fungeva sia da scalpello che da trituratore.
La produzione di questi utensili dava vita all’ industria di OLDOWAN che prende il nome dal sito in Tanzania dove furono scoperti questi primi utensili: LA GOLA DI OLDUVAI e copre un intervallo di tempo che va dai 2.500.000 ai 500.000 anni fa.

Fonte immagine: https://en.wikipedia.org/wiki/Oldowan

20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *